Gli iPad usati come piatti da portata in America

AirPlay iPad

Che gli iPad, nel corso della loro fin qui lunga vita, si siano prestati spesso a numerose e diversificate funzioni, è cosa nota. In fin dei conti, i famosissimi tablet prodotti dal colosso tecnologico statunitense Apple, capaci di creare un vero e proprio settore di mercato che prima neppure esisteva, rappresentano una sorta di via di mezzo tra un computer portatile ed uno smartphone. Si tratta, pertanto, di strumenti che possono essere sfruttati in parecchi ambiti differenti. C’è chi, ad esempio, li utilizza nel proprio lavoro, o ancora chi li usa principalmente per scopi ludici. Ci si può ascoltare la musica, guardare film e video, scattare fotografie, leggere, scrivere. E, per quanto possa sembrare strano a leggersi, ci si può anche mangiare.

Proprio così. Un iPad utilizzato come un piatto da portata. Lo avreste mai pensato, prima? Probabilmente no. Eppure, un genio visionario ha creduto in questo utilizzo, finendo per trasformarlo in realtà. Si tratta dello chef pluristellato Michael Tusk, fra i più apprezzati in tutto il continente americano. Il famosissimo cuoco, nel ristorante Quince, sito a San Francisco, serve un particolare e bizzarro piatto proprio sui device riportanti sulla propria scocca posteriore l’iconica mela morsicata di Apple.

A questo punto ci si chiederà di cosa si tratta questo piatto, e se magari in qualche modo la mela c’entri. In realtà, di mezzo c’è sì un frutto, ma della terra. La portata in questione ha infatti un nome altisonante, ossia “Dog in search of gold” (“Cane in cerca d’oro”), e, come avrete potuto intuire, è a base di tartufi.

Sopra un iPad proposto a mo’ di vassoio, infatti, e che mostra sullo schermo delle immagini di cani a caccia di tartufi, sono infatti serviti dei raffinatissimi tartufi di vario tipo, e cucinati dagli chef del ristorante. Tuttavia, risulta comunque impossibile interagire con gli apparecchi, in quanto sono protetti da una custodia protettiva che impediscono che si rovinino o si graffino.

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi