iPad ai bambini, le regolamentazioni dei pediatri

iPad Mini 5

E andiamo dunque ad aprire anche questa nuova settimana, in un lunedì che, peraltro, ci permette anche di effettuare il passaggio di consegne tra il mese di giugno e quello di luglio. Oramai la stagione estiva è cominciata in via ufficiale, e in effetti veniamo inondati da climi estremamente caldi e assolati. In molti, presumibilmente, compatibilmente con il periodo, si staranno anche godendo delle meritate vacanze: magari in qualche bella località balneare, oppure in una più fresca zona montana. Sia come sia, certamente non mancherà la presenza dei propri cari apparecchi tecnologici, iPhone e iPad in primis.

Tuttavia, già da qualche tempo a questa parte, e se siete soliti seguire questo spazio virtuale avrete notato come talvolta anche noi abbiam già toccato l’argomento, si è aperto un dibattito circa l’eccesso di utilizzo di iPhone e iPad, oltre che di altri dispositivi. Una sorta di dipendenza, che rischia seriamente di attecchire soprattutto fra le nuove generazioni.

Ecco, allora, che la SIP, Associazione Italiana di Pediatria, avrebbe cercato di dettare alcune regolamentazioni di base, in modo da educare i più giovani all’utilizzo dei device. I pediatri, infatti, sconsigliano caldamente di far utilizzare un iPhone o un iPad ad un bambino al di sotto dei due anni. Fra i tre e i cinque anni, l’utilizzo consigliato è di un’ora al giorno, mentre si sale a due ore quotidiane per l’età compresa tra i cinque e gli otto anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi