iPad troppo forte, Google dice addio ai tablet

AirPlay iPad

Abbiamo ufficialmente dato il via al mese di luglio solamente nelle scorse ore, addentrandoci, contestualmente, anche nella stagione estiva. Sarà un periodo, quello che ci attende, di straordinaria importanza per quel che concerne il settore della telefonia mobile gestito dalla grande azienda tecnologica statunitense Apple. Un periodo in cui il colosso di Cupertino dovrebbe lanciare i nuovi device griffati dall’iconico frutto morsicato, nello specifico le prossime generazioni di iPhone e di iPad.

Sin dai suoi esordi, Apple è effettivamente emersa come vero e proprio leader del settore degli smartphone e dei tablet a livello mondiale. Non a caso, ad oggi, in genere tendiamo a riconoscere alla compagnia americana la “paternità” di questi dispositivi, che nel bene e nel male sono diventati talmente indispensabili nella nostra vita al punto da poter essere considerati delle estensioni del singolo individuo.

Normale che la concorrenza abbia provato ad inserirsi, pur se tardivamente, in tale contesto. Ma se alcuni rivali di Apple, come Samsung, stanno facendo bene, altri non sono riusciti a tenere il passo. È il caso di Google, che, nei giorni scorsi, ha definitivamente abbandonato la linea dei tablet. Troppo solida, evidentemente, la leadership di iPad, per poter essere messa in discussione. Specialmente dopo l’ultima innovazione, che permetterà ai tablet di Cupertino di godere di un sistema operativo ottimizzato: un gap che Google, evidentemente, ha ritenuto incolmabile.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi