Ecco come recuperare i dati su iPad

ipad pro 9.7 scheda tecnica

Molto spesso, discutendo di come la tecnologia, nell’epoca moderna, abbia influenzato positivamente la nostra vita di tutti i giorni, tendiamo a sottovalutare o a trascurare l’impatto che ha avuto Apple, il noto colosso tecnologico statunitense, che può fregiarsi di aver avuto un ruolo a dir poco fondamentale nella telefonia mobile: pochi anni or sono, infatti, l’azienda americana lanciò sul mercato due device del tutto inediti agli occhi dei consumatori, l’ iPhone e l’ iPad, a conti fatti rispettivamente il primo smartphone ed il primo tablet della storia, tanto che lo son quasi diventati per antonomasia.

Parlando di smartphone, infatti, solitamente la prima cosa che ci viene in mente è l’apparecchio telefonico riportante sulla propria scocca l’iconica mela morsicata di Apple. Così come, se si menziona un tablet, è facile che il pensiero si adagi sull’ iPad più che sui dispositivi realizzati da altri competitor.

La cosa interessante dell’ iPad è che permette di poter svolgere le funzioni che abitualmente si fanno con il telefonino su uno schermo dalle dimensioni notevolmente superiori e dalla risoluzione più nitida: quasi una sorta di commistione tra uno smartphone e di un computer se vogliamo, dei quali rappresenta un ottimo ibrido.

A differenza dei più comodi computer, tuttavia, se cancelliamo un’immagine, un video, una nota o qualche altro dato dal nostro iPad, è poi estremamente difficile riuscire a recuperarlo, in quanto non esiste quello che, per gli apparecchi Windows, è il corrispettivo cestino: insomma, quando si elimina un dato da un tablet di Apple, è perduto per sempre. O forse no.

Esiste, infatti, una comoda app, chiamata EaseUS MobiSafer Free, il cui compito è proprio quello di ripristinare un file cancellato, magari per errore. Una volta installata, occorre naturalmente collegare il proprio iPad a un computer, presso il quale dovremmo poi poter visualizzare i suddetti file, sempre ammesso che non sia trascorso troppo tempo dalla loro cancellazione: in quel caso non ci sarebbe proprio nulla da fare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi